Sono moltissimi gli anziani che pur essendo autosufficienti a causa del diabete sono costretti a ricorrere al soggiorno in una casa di riposo Roma.
Pur essendo gestibile con una giusta dieta ed un sano esercizio La patologia del diabete nell’anziano che vive solo spesso diventa un nemico silenzioso e pericolosissimo.

La dieta, i pasti ad orario il movimento ed il controllo della glicemia sono fattori fondamentali e da non sottovalutare.
L’anziano è solito al fai da te, nella migliore dalle ipotesi quando controlla la glicemia ha la convinzione che quando si esagera con un bel piatto di fettuccine o quando si affogano i pensieri nella cioccolata, basta qualche unità di insulina in più.
Il fai da te nella dieta quotidiana e nella somministrazione insulinica praticata dall’anziano è causa dell’90% di ipoglicemia e iperglicemia causa nelle migliori delle ipotesi di ospedalizzazione prima ed istituzionalizzazione poi in strutture per anziani dove certo c’è il modo di tenere sotto controllo questa patologia apparentemente innocua ma che crea danni irreversibili agli occhi, ai reni, al sistema nervoso e al sistema cardiovascolare.
Ormai tutti conosciamo l’importanza di una giusta attività fisica tante sono le cose che facciamo quotidianamente e con un pò di buona volontà con piccole accortezze avremmo certo una vita più lunga e sana:
Se si possiede un cane basta far delle passeggiate più lunghe.
Quando si va in posta, all’alimentari al bar per esempio scegliete la strada più lunga.
Evitate l’ascensore le scale sono un toccasana.
Facciamo giardinaggio e piccoli lavori domestici.
Parcheggiamo più lontano.
Andiamo a piedi a lavoro se possibile.
Insomma una sana alimentazione equilibrata associata al giusto movimento, sono il vero elisir di lunga vita.